Crescere

.

 

Crescere è il settore della scuola che si occupa di bambini, di mamme e papà, di fratelli e famiglie.

L’attesa di un bambino, la sua nascita, la prima infanzia e tutto il periodo evolutivo sono tempi di continuo cambiamento per i genitori e per il bambino stesso, cambiamento a livello corporeo, emotivo, mentale, relazionale e organizzativo. Sono tempi che per essere vissuti appieno e con serenità richiedono lo sviluppo di flessibilità, ascolto, centratura, capacità di riconoscere ed accogliere i bisogni propri e quelli altrui, qualità che non sono necessariamente date, ma che possono essere coltivate ed incrementate.

La pratica dello Yoga Evolutivo e della meditazione, il dialogo ed il confronto con le esperienze di altre persone, contribuiscono a generare uno spazio interiore di non reattività, di riconoscimento e accettazione, dal quale possono emergere risposte e soluzioni personali ai piccoli e grandi quesiti evolutivi che i nostri figli ci portano incontro.

La gravidanza è un momento particolarmente intenso e ricco di cambiamenti. Le modificazioni fisiche ed emotive, che  si sperimentano quotidianamente, anticipano e preparano la trasformazione familiare in arrivo.

La donna ha l’occasione di provare più direttamente, con la complicità della vita che cresce dentro di lei, che ogni giorno è nuovo e imprevedibile; vive un’avventura che la mette in contatto con l’ignoto e che modificherà profondamente la sua esistenza. La novità è ogni giorno nel corpo, nelle emozioni, nelle relazioni.

La pratica dello yoga e della meditazione, in questa fase della vita, può avere il ruolo di sostenere il cambiamento in atto, aiutando la donna a trovare di volta in volta nuovi equilibri psicofisici ad ogni passaggio, fornendole strumenti di conoscenza del proprio corpo, di esplorazione protetta dei propri vissuti, per rendere disponibili le risorse di cui ha bisogno. Può offrire aiuto per vivere consapevolmente l’occasione di crescita che la gravidanza e la nascita naturalmente offrono.

In questa cornice si mira in particolare a:

  • accompagnare la postura e riconquistare una respirazione ampia e soddisfacente man mano che aumenta il volume della pancia;
  • cercare e mantenere un equilibrio ottimale fra tono muscolare e rilassamento, che consenta di avere a disposizione il massimo delle energie fisiche per tutta la durata della gravidanza;
  • accompagnare il corpo a prepararsi in modo specifico per affrontare attivamente l’esperienza del travaglio e del parto;
  • cercare, con l’aiuto della meditazione, un centro, un punto di osservazione interno, al quale tornare e nel quale trovare rifugio.

Nell’ambito degli incontri ci sarà modo, inoltre, di esplorare le competenze e i bisogni relazionali del bambino, come i bisogni evolutivi del padre e della madre, allo scopo di promuovere la salute relazionale della famiglia, fin dall’inizio della sua trasformazione.

Si vuole offrire alle donne un contesto relazionale caldo ed accogliente, nel quale sia possibile condividere vissuti e trovare alleanze nell’affrontare i nuovi compiti evolutivi, anche dopo il parto.

Nel corso sono previsti incontri aperti ai padri. Per chi ne abbia la necessità, è possibile progettare un percorso individuale.