Meditazione

 

Nell’insegnamento di Paolo Menghi la pratica della meditazione ricopre un posto centrale.

Su un piano essa è una pratica che può essere appresa. La capacità della mente di osservare se stessa, prerogativa umana spesso non sviluppata o addirittura ignorata, se incrementata opportunamente permette all’individuo di uscire dalla ristrettezza di una vita condotta reagendo all’ambiente e agli eventi in una logica puramente adattiva, lo mette in grado di operare scelte, di guardare agli eventi con maggiore maturità e saggezza, di partecipare della vita in modo più pieno.

Su un altro piano la meditazione è un luogo di incontro. Un incontro prima di tutto con se stessi, con l’intimità dei propri pensieri e delle proprie ambivalenze e questo contatto può diventare il momento di verifica della direzione che si sta imprimendo alla propria vita. D’altro canto può essere anche l’incontro con l’altro, in una dimensione relazionale che non prevede il fare o il dire, e che si attua nel silenzio, nell’apertura e nella presenza.E infine, quando il momento è giunto, può diventare il luogo dell’incontro diretto, intuitivo, inaspettato con significati e prospettive che collocano il nostro essere umani in una luce completamente nuova trasformando radicalmente la visione che abbiamo di noi stessi e del mondo.

Riguardo alla pratica della meditazione l’associazione offre contesti di apprendimento, occasioni di incontro e di partecipazione.

 

I corsi di meditazione:

 

Semplicità e silenzio. Approfondire la pratica:

  • Giornate di meditazione. Una volta al mese dalle 9 alle 14.  A cura di Nicola Vitale.

 

La meditazione del plenilunio:

  • Una volta al mese in occasione del plenilunio. A cura degli insegnanti del Mandala. Riservato agli associati. Partecipazione libera.

 

Notte di meditazione:

  • Una volta l’anno in occasione del plenilunio di maggio. A cura di Nicola Vitale e Federica Cervini

 

 La sadhana:

 

I ritiri di meditazione:

  • Ritiri residenziali della durata di 5/7 giorni. A cura di Nicola Vitale.

Approfondimenti