Yoga Evolutivo

Una pratica corretta e costante dello Yoga Evolutivo non può che risvegliare e far convergere gli intenti di chi vi si applica in una nuova coscienza planetaria di solidarietà, che sancisca la sacralità del legame degli esseri umani tra loro e con la Natura. La storia dell'evoluzione ci ha portati a questo punto ed è necessario lavorare per sviluppare in tempo la consistenza individuale per prenderne atto e per partecipare attivamente a questo progetto. Paolo Menghi

Lo Yoga Evolutivo è una sintesi di discipline orientali e occidentali antiche e moderne. Si lavora sul corpo, col corpo e attraverso il corpo.

Qui il termine Yoga fa riferimento al significato originario del termine, quello che indica percorsi e metodi di integrazione della persona, integrazione e armonizzazione delle componenti fisiche, emotive, mentali e relazionali.

Lo Yoga Evolutivo indica quindi una serie di metodologie a questo finalizzate. Esso costituisce, di consueto, la via di accesso alla scuola ed è articolato in tre discipline dette Yana (veicolo, porta, percorso). La meditazione in azione accomuna i tre Yana mentre gli approcci, gli strumenti e gli obiettivi specifici li differenziano.

La struttura dello Yoga Evolutivo con la varietà di contesti che offre permette di trovare la pratica più adatta alle proprie esigenze e preferenze, quella che più si adatta a dare risposte alle richieste individuali.

Un colloquio di orientamento, gratuito e non impegnativo, è offerto dall'associazione per aiutare chi si avvicina alla scuola per orientare le proprie scelte.

 

APPROFONDIMENTI:

Paolo Menghi.  "La scienza dello Yoga Evolutivo"