Meditazione normodinamica. Corso di approfondimento.

Meditazione normodinamica. Corso di approfondimento.

Siate quel che siete. Lì dove siete. Nient’altro. L’arte di esistere in contatto con se stessi, senza fughe, va appresa gradualmente e con dolcezza. Imparare a osservare i pensieri e le emozioni venire e andare, senza escluderne nessuno e senza identificarsi in alcuno. E’ un’arte. Quest’arte può gradualmente impregnare e guidare ogni ambito della coscienza e della vita, rendendolo sempre più ampio e profondo. Così ogni attimo della vita quotidiana sarà sacro. (PM)

A cura di Nicola Vitale.

Il corso si muove tra due poli: l’approfondimento della pratica formale e l’esplorazione e la sperimentazione nella vita di tutti i giorni.

Nella pratica formale quotidiana, quella seduta, si esercitano  l’attenzione e la presenza mentale. Si impara ad osservare i movimenti interiori, le sensazioni del corpo, i vissuti emotivi e i processi di pensiero e ci si esercita affinché tutto ciò non sia automatica origine di sequele interminabili di associazioni improduttive e ingombranti. Questo esercizio della mente è al tempo stesso un esercizio per connettersi  al proprio centro, per radicarsi in una dimensione dell’esistenza meno di superficie, meno periferica e più silenziosa, più ricca.

Si accompagna poi a questa ricerca, che col tempo costituisce un vero e proprio training mentale, un esercizio costante nella vita quotidiana. Anche qui, abbandonato il luogo protetto della meditazione solitaria o di gruppo, si esercitano attenzione e presenza mentale. Si osservano i propri comportamenti, le proprie reazioni, si individuano i modelli ricorrenti. Si impara a riconoscere quelli altrui. Ci si esercita a trovarne di alternativi, a sperimentare nuove soluzioni.

Gli incontri di gruppo quindi sono in parte dedicati alla pratica, più o meno guidata, e sono anche occasioni per scambiare e confrontarsi con l’insegnante e i compagni di corso su quello che si scopre e si sperimenta.

Google