Yatra al Monte Rufeno. L’eco dell’universo

Rallentare il ritmo per vivere la pienezza del presente.

Il pulsare della vita scandisce l’alternarsi incessante d’inspirazione ed espirazione. Il respiro è ritmo primario che, come un battito d’ali, scandisce la vita degli esseri viventi nel susseguirsi del giorno e della notte, delle stagioni, del ciclo di ogni esistenza. Nella vita frenetica di oggi, nel seguire modi e tempi imposti dall’esterno, è difficile vivere appieno l’intensità del presente. Recuperare l’armonia col ritmo della natura ci permette di accogliere e seguire il fluire del tempo e le trasformazioni che ciò comporta.
Le nostre giornate si svolgeranno camminando, leggendo, dialogando, godendo del sole, degli alberi, dell’aria, delle stelle. Il corpo si rilassa ritrovando forza e benessere in un ritmo naturale. Il contatto con esso e con l’ambiente facilita la percezione del centro interiore mantenendo l’apertura e acuendo la sensibilità verso ciò e chi ci circonda. Il pensiero diventa più chiaro. Esercitando l’attenzione in modo che diventi ampia, fluttuante e profonda, troviamo l’accesso a un silenzio di fondo, in cui possano scorrere i pensieri, i sentimenti, le esperienze e possa risaltare, ed essere sufficiente, ciò che è essenziale.

Con la collaborazione di Valentina Cozzolino e Cristina Paterlini.

Quota yatra: 200 euro.
Soggiorno: 81 euro pernottamento e prima colazione (vitto e viaggio non sono compresi nella quota).

NB: le prenotazioni devono pervenire presso entro il 24 maggio.

 

Share

Leave a Reply

Google